Barra di navigazione

L'emulatore seriale DENEB Z80 full stand-alone Ŕ l'ausilio essenziale per la progettazione e produzione di sistemi basati su microprocessore Z80. Dotato di interfaccia seriale pu˛ essere collegato facilmente con terminali, personal computer e host pi¨ potenti, inoltre l'eprom programmer incorporato consente la programmazione delle pi¨ diffuse eprom esistenti.

Introduzione

Con questo strumento Ŕ possibile eseguire un programma in linguaggio macchina passo-passo e verificare ogni volta il contenuto dei vari registri e dei dati contenuti nella memoria, in modo da poter capire eventuali malfunzionamenti del software che si sta collaudando. Lavorare senza emulatore con una scheda a microprocessore Ŕ ugualmente possibile, ma occorre assemblare il programma, programmare una memoria EPROM, inserirla nella scheda e resettare il sistema. A questo punto avremo solamente due possibilitÓ: o il programma funziona perfettamente, molto improbabile specialmente se Ŕ abbastanza lungo, oppure si perde o si blocca chissÓ per quale errore. Con l'ausilio di questa macchina, Ŕ possibile individuare un errore in pochissimo tempo semplicemente eseguendo passo-passo il programma e verificando come variano i registri oppure mettendo dei breakpoints in determinate zone e lanciando l'esecuzione in tempo reale. Da questa breve descrizione di come viene usato l'emulatore, si pu˛ giÓ capire come non solo questo sia di aiuto, ma addirittura sia indispensabile a chi sviluppa progetti.


Caratteristiche hardware dell'emulatore DENEB Z80 Educational:

  • ╔ realizzato in un'unica scheda e un solo Áp Z80 che gestisce sia monitor +eprom-programmer che l’emulazione.
  • La memoria dell'emulatore Ŕ divisa in 2 banchi da 32K. I 32K pi¨ alti (da 8000h a FFFFh) sono per l'emulatore, gli altri (da 0000h a 7FFFh) sono per l'utente e cosý suddivisi:
    • I primi 8K di memoria (0000h¸1FFFh) possono essere o INTERNI o ESTERNI all'emulatore a seconda del comando "Set/Show map of memory", in essi Ŕ possibile collaudare un programma con i vari breakpoints e con i comandi del men¨ run. (N.B.: esclusi i 3 address 66h-67h-68h (salto del programma alla pressione dell'NMI) su cui non si possono mettere brekpoint nŔ Ŕ possibile lo step by step; Ŕ chiaro che si pu˛ tranquillamente ricevere l’NMI );
    • I restanti 24K sono per il target esterno dell'utente (2000h¸7FFFh);
    • Sono per l'utente altri 7K di ram da A000h a BC00h nella memoria interna dell'emulatore per poter scrivere ed emulare un programma;
    • I 32K di memoria pi¨ alti in MREQ da 8000h a FFFFh, non devono essere in conflitto con quelli interni: la macchina Ŕ composta da un solo microprocessore che gestisce sia il monitor che l’emulazione quindi un eventuale HW esterno non funzionante impedirebbe il funzionamento dell’emulatore! Assicurarsi quindi che l'hardware per la memoria esterna, nel target dell'utente, sia sempre condizionato dal /MREQ e che l’A15 = 0, per evitare il conflitto di Bus con il monitor dell'emulatore, che usa l'A15=1.
  • L'emulazione Ŕ completamente simbolica: si possono utilizzare 4096 simboli lunghi al massimo 14 caratteri.
  • La sorgente di clock pu˛ essere interna o esterna ed Ŕ selezionabile tramite l'interruttore esterno sul frontalino dell'emulatore denominato PROG (programmazione del clock).
  • Lavora sulla porta seriale di un qualsiasi IBM-PC, AT o compatibile in maniera full stand-alone con un baud-rate di 28800 e protocollo software XON/XOFF.
    Da oggi Ŕ possibile utilizzare anche l'interfaccia USB attraverso il cavo-convertitore e il nuovo software Microhandler; compatibile con Windows 95-98-ME-2000-XP.
    Contattateci per informazioni, disponibilitÓ e prezzi.
  • Il consumo a 5Volt Ŕ di circa 600mA, la tensione, fornita da un adapter a norma 9-12Vdc 800mA viene stabilizzata internamente.


Firmware DENEB Z80 Educational

Espressamente per questo emulatore Ŕ stata creata dalla DENEB l'interfaccia di comunicazione hardware/software MICRO HANDLER.

Per la versione Windows, compatibile con interfaccia USB, fare riferimento alla pagina Microhandler for Windows.

Versione DOS:

Si avvia lanciando il file Z80.EXE.
Presenta una barra dei men¨ situata nella prima riga in alto, da cui si pu˛ avere accesso ai men¨ globali (File, Run, Memory, ecc..). I men¨ globali sono caratterizzati da un nome ed una lettera evidenziata. Si pu˛ aprire un men¨ globale premendo i tasti <ALT> + lettera evidenzia del men¨, quindi si pu˛ avere accesso a tutti i comandi visualizzati nel men¨ a tendina che si Ŕ aperto. Per eseguire un comando si pu˛ procedere in tre modi:

  • Battendo la lettera evidenziata del comando.
  • Spostando il puntatore sul comando desiderato con i tasti di direzione, quindi premere <RETURN> o <SPACEBAR> .
  • Premendo direttamente i tasti funzione o la combinazione di tasti, che appaiono sulla destra del comando (ci˛ si pu˛ eseguire anche senza aprire il men¨ a tendina, per velocizzare tutto il lavoro).

L'interfaccia accetta tutti i dati numerici (indirizzi, registri, dati di memoria, ecc.) nei sistemi decimale, esadecimale, ottale e binario. L'emulatore gestisce i simboli nel formato IAR-SYMBOLIC. Il simbolo pu˛ essere digitato sia con lettera maiuscola che minuscola. Un simbolo digitato con lettere maiuscole Ŕ considerato diverso da quello con lettere minuscole.